Finalmente tutto finì

Prefazione di Claudio Magris
Isbn: 978-88-7768-700-5
Pagine: 64
Prezzo: € 12.00

Categoria:
Editore: Archinto
Codice ISBN:3337

Descrizione

Due testi. Una lettera al padre, Giuseppe Antonio Borgese, del 30 agosto 1945 fra le macerie della guerra e della rinascita, e il racconto di un viaggio da Ponte in Valtellina a Roma, nel luglio del 1943, perché convocato dalla Commissione Centrale dei Danni di Guerra per ricevere un rimborso «milionario ». Come scrive Claudio Magris nella sua Prefazione, «le poche pagine di questo “Milione” sono uno straordinario viaggio in Italia in uno dei suoi momenti più tragici, più indecorosi e più eroici. Borgese attraversa il suo Paese con l’occhio critico della moralità offesa ma anche con l’umanissima bonarietà di chi sa sorridere della pasticciona commedia della vita». Il «pezzo forte» di questo libro è tuttavia la lettera al padre «… una delle grandi “Lettere al padre” del secolo scorso… È toccante, è commovente – pur nell’asciuttezza del tono – sentire come Leonardo abbia bisogno che il padre lontano (meritorio maestro non investito direttamente dalla tragedia, nella sua esistenza in America) conosca quello che egli ha fatto, l’animo con cui egli ha affrontato e superato le difficoltà, la dirittura e il coraggio che lo hanno sorretto, e che hanno sorretto la sua famiglia, in quegli anni così difficili. Ha bisogno che il grande padre lo stimi e conosca il dramma della sua esistenza e anche la dignità di quest’ultima. Mai compiaciuto e anzi inconsapevole della propria grandezza, Leonardo scrive a Giuseppe Antonio non per contestare, nemmeno inconsciamente, la sua grandezza ma per la necessità spirituale che il padre, lontano da molti anni, conosca la sua vita, il suo lavoro, il suo mai ostentato valore…»