Il mio Novecento

Isbn: 978-88-7768-736-4
Pagine: 72
Prezzo: € 10,00

Categoria:
Editore: Archinto
Codice ISBN:3736

Descrizione

Due guerre mondiali, 187 milioni di morti, quattro imperi che si dissolvono, un sistema coloniale che si disgrega, l’Unione Sovietica che implode, l’era atomica che impone un equilibrio del terrore. Perché dovrebbe essere «breve» il Novecento? Perché uno storico di valore, Eric J. Hobs -bawm, lo vide iniziare il 28 giugno del 1914, con gli spari di Sarajevo, e finire con la caduta del Muro, e le due guerre saldate fra loro, continuazione l’una dell’altra. Del secolo da poco (o molto?) concluso, Bernardo Valli scrive «a memoria » tragedie e progressi, in una lectio che di magistrale ha la sintesi, non la lunghezza. Acuta come un saggio ma lesta come la «conversazione di un cronista». Un libretto di istruzioni per la vita da mettere in tasca alle generazioni che non hanno visto e agli scettici d’Europa che hanno perduto coscienza della vittoria che l’Unione rappresenta, in settant’anni di pace.

Bernardo Valli (Parma 1930) è stato per oltre cinquant’anni inviato speciale per i più grandi quotidiani italiani. Uscito di casa molto giovane, nel 1949, a diciannove anni, si arruola nella Legione straniera francese, che lascia nel 1954 per trasferirsi a Milano, dove approda al «Giorno», per occuparsi di cronaca nera. Dopo un anno passa alla politica internazionale e parte per il Venezuela. Successivamente è testimone della rivoluzione algerina. Negli anni Sessanta è presente a Cuba e racconta la Guer -ra dei Sei giorni (1967). Nel 1971 passa al «Corriere della Sera», come inviato in Viet Nam, India, Cina e Cambogia. Nel 1975 rientra in Europa come corrispondente da Parigi. Nel 1979 racconta la rivoluzione khomeinista in Iran. Dal 1985 lavora per «la Re pubblica». Ha scritto numerosi reportage dall’Asia e dall’A frica e ha seguito tutte le guerre degli ultimi decenni, la guerra in ex-Jugo slavia dalla Bosnia, la guerra in Afghanistan, in Iraq, la caduta di Gheddafi dalla Libia e dall’Egitto la Primavera araba. È titolare della Legion d’onore francese. È autore del volume La verità del momento. Reportages 1956-2014, Mondadori, Milano 2014.

RECENSIONI

Paolo Mauri_Bernardo Valli inviato speciale nelle insidie del secolo breve_la Repubblica_08_12_2018

Corrado Stajano–Un avventuriero disciplinato_Corriere della Sera_01.12.2018